Gruppo Escursionistico Montebaldino
ESCURSIONI 2023
info ed iscrizioni: sede tel. 389-9027536 i giovedì dalle 21.00 alle 23.00

Escursioni con Pullman:
la quota di partecipazione va versata interamente all’atto dell’iscrizione tramite bonifico bancario o in sede.
Banca: Cassa Rurale Vallagarina - Credito Cooperativo Italiano
IBAN: IT33 C 08011 59330 000024041543
La distinta del versamento deve essere inviata alla sezione il prima possibile all’indirizzo mail "info@caicaprino.it" o al direttore di escursione tramite whatsapp.

Escursioni con mezzi propri:
contributo per l’organizzazione €.1.00 da consegnare al direttore di escursione. Costo per macchina 0,20 c/€ a km da dividere tra il numero degli occupanti (autista esente).

I non soci
che partecipano hanno un'assicurazione obbligatoria del costo di €.12.00 e l'iscrizione deve avvenire entro il pomeriggio del giovedì precedente l'escursione.


Ciaspolate (EAI)
8 e 22 gennaio, 12 febbraio

Tre uscite con le ciaspole sulle nostre montagne, monte Baldo e Lessinia.
Ciaspole o racchette da neve un modo unico per esplorare in sicurezza la montagna, diverso e divertente, danno la possibilità di scegliere ogni volta un nuovo percorso.
Luoghi e caratteristiche degli itinerari verranno definiti poco prima delle date dell’uscite in base alle condizioni nivometeorologiche del periodo.
Direttivo

Ciaspolata in notturna (EAI) | Monte Baldo
4 febbraio

Ciaspolata in notturna sul monte Baldo, sotto le stelle o con luna piena, una serata diversa con finale di degustazioni. Luogo e caratteristiche dell'itinerario verranno definite poco prima della data dell’uscita in base alle condizioni nivometeorologiche del periodo.
Direttivo

Val Taleggio - Ciaspolata (EAI) | Orobie
25 e 26 febbraio

È una diramazione occidentale della Val Brembana che inizia nel comune di San Giovanni Bianco, in provincia di Bergamo. La valle è percorsa dal torrente Enna che nel corso dei secoli, tra Taleggio e San Giovanni Bianco, ha formato una spettacolare forra della lunghezza di circa 3 chilometri, chiamata l'Orrido della Val Taleggio.
Direttori: Gianluigi Zantedeschi (333-8641210) - Franco Pavoni (338-7938870)

Ponte Tibetano in val Sorda (EE) | Lessinia Occ.le
12 marzo

Percorso attrezzato in un ambiente da foresta tropicale di grande suggestione lungo due belle forre, offre bellissimi scorci paesaggistici con le sue numerose cascatelle. Il ponte Tibetano permette una vista spettacolare sulla Val Sorda, collega il sistema sentieristico di Marano di Valpolicella con quello di Sant’Anna d’Alfaedo, ha un’altezza sul Vajo sottostante di 40 metri ed è lungo 52 metri.
Direttore: Stefano Campagnari (349-3250407)
Scarica il programma

Eremo SS. Benigno e Caro (E) | Monte Baldo
26 marzo
L’Eremo di San Benigno e Caro, è un luogo di culto situato in mezzo al fitto bosco del Monte Baldo. Fu eretto nell’ottavo secolo e divenne famosa meta di Re Pipino, figlio di Carlo Magno, che andava ad ascoltare gli eremiti Benigno e Caro. Fu restaurato dal Comune di Malcesine con l’ausilio dell’Azienda di Stato per le foreste demaniali nel 1969. Poco dopo l’Eremo, su uno sperone di roccia, si trova anche una bellissima croce in ferro lavorata.
Direttore: Beatrice Zanetti (349-3850160)

Gardola-Limone B.V.G. 4^ tappa (E) | Prealpi Bresciane
2 aprile

La Bassa Via del Garda è uno dei sentieri più spettacolari e completi che si possono trovare sul lago di Garda. Lungo 70 km e suddiviso in cinque tappe, fu tracciato alla fine degli anni Novanta. Il sentiero collega i paesi di Salò e Limone, unendo la costa alla rete di stradine e sentieri secondari che si trovano nell’entroterra montano.
Direttori: Giuseppe Bonomini (349-4543521) - Santino Bonetti (338-5028717)
Scarica il programma

Tra le Malghe del Monte Baldo (E)
16 aprile
Un percorso panoramico ad anello sopra la frazione di Lumini sul versante occidentale del monte baldo, dove si può godere di una splendida vista del sottostante lago di Garda, oltre alle malghe: Zilone, Zocchi, Pralongo e Fonset di valore storico culturale.
Direttore: Carlo De Beni (347-6772280)
Scarica il programma

Amatrice (E) | Monti Sibillini
29-30 aprile e 1° maggio

Escursione nelle zone terremotate. Si organizzeranno delle escursioni e delle visite nei paesi limitrofi.
Direttori: Franco Pavoni (338-7938870) - Luca Leso (347-8185164)

Manutenzione Sentieri | Monte Baldo
14 maggio

Con i nostri volontari una giornata dedicata alla manutenzione dei sentieri di nostra competenza. Obbiettivo: la tutela e la salvaguardia della sicurezza a beneficio dei frequentatori tutti della montagna.
Direttivo

Sentiero attrezzato Mora Pellegrini (EEA) | Alpi di Ledro
21 maggio

(in collaborazione con il CAI di S. Pietro in Cariano)
Sentiero attrezzato che si svolge lungo la panoramica cresta posta fra Cima Caset e Monte Corno. L'itinerario sfrutta una facile ferrata che, tra praterie d’alta quota, mughi e tratti rocciosi, permette di dominare quasi interamente la Val di Ledro. Molto bella la salita al Monte Corno, la cui cima si affaccia sul Lago di Ledro.
Direttore: Lorenzo Costantini (347-2258508)
Scarica il programma

Parco dei 100 Laghi (E) | Appennino Parmense
27 e 28 maggio

(Gruppo GEM e TAM)
Il parco dei 100 laghi si trova all’interno della riserva naturale Guadine Pradaccio nell’alto appennino Parmense, è costituita da un circo glaciale risalente all’ultima glaciazione che si sviluppa fra i 1195 e 1796 metri sul livello del mare.
Direttori: Emanuela Pirlo (348-0624681) - Gabriele Posenato
Scarica il programma

Vajont (EEA-EE) | Longarone
11 giugno

2023 anno del 60° anniversario della tragedia del Vajont. La via ferrata della Memoria, un percorso attrezzato per riflettere ed osservare da un punto di vista completamente diverso l'inquietante diga e della stretta gola.
Due sono i gruppi, uno per la ferrata e uno per l’escursionistica.
Direttori: C. Pozzani (333-5957250) - P. Massarola (338-7147438) - S. Bassi (347-8873306)
Scarica il programma

Monte Guglielmo (EEA-E) | Prealpi Bresciane
17 e 18 giugno

Il monte Guglielmo (m.1957) conosciuto anche con il nome di Culmine e Gölem, fa parte delle Prealpi Bresciane. Il suo aspetto possente è indubbiamente affascinante ed è facilmente identificabile anche da cime distanti. Degno di nota il monumento al Cristo Redentore alto più di trenta metri che sorge sulla vetta e la caratterizza in modo inconfondibile.
Due sono i gruppi, uno per la ferrata e uno per l’escursionistica.
Direttori: C. Pozzani (333-5957250) - F. Pavoni (338-7938870) - P. Massarola (338-7147438)

Sentiero dei Nomadi (E) | Lagorai
25 giugno

Ai piedi del Lagorai, il sentiero dei Nomadi ci porta attraverso una fitta vegetazione di rododendri ai laghi e alle rocce granitiche di queste montagne. È un sentiero in ricordo di Augusto Daolio cantante e cofondatore dei Nomadi e Dante Pergreffi bassista dello stesso gruppo.
Direttore: Alberto Colombini (320-1172051)
Scarica il programma


Cima Fradusta (EE) | Pale di San Martino
9 luglio

Giro ad anello, con salita alla cima della Fradusta, che si snoda in ambiente quasi solitario sull'altopiano delle Pale, con belle prospettive sul ghiacciaio della Fradusta ed omonimo lago, Cimon della Pala, Cima Vezzana e Bureloni.
Direttori: C. Pozzani (333-5957250) - F. Pavoni (338-7938870)
Scarica il programma

Grigliata Sociale
16 luglio

info: C. Pozzani (333-5957250) - F. Pavoni (338-7938870) - C. Beltrame (347-1105521)

Vedetta Alta (EE) | Maddalene
23 luglio

La Vedetta Alta (m.2627) Hochwart in tedesco, è una montagna delle Alpi della Val di Non nelle Alpi Retiche meridionali. Fa parte della Catena delle Maddalene. Si trova in Trentino-Alto Adige al confine tra le provincie di Trento e di Bolzano, esattamente tra la Valle di Non e la Val d'Ultimo. È la vetta più alta della sottovalle che sale a ovest di Proves.
Direttori: Clemente Bertoldi (328-5435955) - Flavia Marogna (329-7322215)
Scarica il programma

Monviso (A-EE) | Alpi Cozie
28-29-30 luglio

Il Monviso, detto anche Re di Pietra è la montagna più alta delle Alpi Cozie. La sua forma piramidale e il fatto che la sua vetta sia più alta di 500 m delle vette circostanti le permette di essere ben visibile anche dalla Pianura Padana. Ai piedi del Monviso, inoltre, si trova la sorgente del fiume più lungo d'Italia: il Po. Per il grande valore che ha il territorio del Monviso, da un punto di vista morfologico e naturalistico, dal 29 maggio 2013 è diventato patrimonio dell'UNESCO come riserva della biosfera transfrontaliera con la Francia.
Due sono i gruppi, uno per l’alpinistica e uno per l’escursionistica.
Direttori: F. Pavoni (338-7938870) - L. Costantini (347-2258508)
Scarica il programma

Rafting sul Fiume
6 agosto

Entusiasmante discesa percorrendo le rapide lungo un corso d'acqua che conserva un ambiente naturale ancora intatto, attraverso la sua stretta valle, tra terrazzamenti in pietra, piccoli villaggi aggrappati sulle rocce e scorci naturali di rara bellezza.

Festa di Santa Rosa (E) | Monte Baldo
27 agosto

Tradizionale festa di Santa Rosa sul Monte Baldo con la celebrazione dalla Santa Messa alla chiesetta omonima, la tradizionale festa che vede ogni anno la partecipazione di numerosissime persone, immancabile appuntamento di fine stagione per gli alpinisti e tutti i Gruppi Alpinistici veronesi.

Alta Via di Neves (EE) | Alpi dei Tauri
2-3 settembre

Sentiero in quota con passaggio radente sulle vedrette di Neves, escursione senza dubbio tra le più impressionanti dell’Alto Adige, passando solo a poche centinaia di metri dalla sua fronte, in un ambiente di selvaggia bellezza regalando panorami mozzafiato. Il sentiero collega i rifugi Ponte di Ghiaccio e Porro.
Direttori: L. Costantini (347-2258508) - P. Massarola (338-7147438)
Scarica il programma

S.Zeno di Montagna (E) | Monte Baldo (E)
10 settembre
Percorso ad anello nella zona di San Zeno di Montagna dalla Tenuta dei Cervi. alla caratteristica chiesetta campestre di San Bartolomeo.
Direttore: Giorgio Fasoli (347-5897149)

Laghi Gemelli (E) | Alpi Orobie
24 settembre

I Laghi Gemelli è l’escursione bergamasca per eccellenza, si sviluppa nella cosiddetta zona dei 9 laghi quasi tutti utilizzati a scopo idroelettrico. La presenza di tanta acqua caratterizza questa escursione che, partendo dall’abitato di Carona permette di visitare ben 5 laghi in un ambiente spettacolare: lago del Becco, lago Marcio, lago Piano Casere, laghi Gemelli e lago Sardegnana.
Direttori: L. Costantini (347-2258508) - Silvana Bassi (347-8873306)
Scarica il programma

Cima Sera (E) | Valli Giudicarie
1° ottobre

(Gruppo GEM e TAM)
Un percorso in parte didattico, realizzato dai VVFF che, con cippi lungo il tracciato, illustra luoghi e descrive piante, panoramiche e storia. Dalla cima il panorama spazia sul Trentino sud occidentale, dalle Prealpi Trentine alle Dolomiti di Brenta e i ghiacciai dell'Adamello e Presanella.
Direttori: Giuseppe Bonomini (349-4543521) - Santino Bonetti (338-5028717)
Scarica il programma

Malga Flavona (E) | Dolomiti di Brenta
15 ottobre

Nella Val di Tovel, tra le alte cime rocciose delle Dolomiti di Brenta, si trova Malga Flavona 1 1860 metri di altitudine, un posto magico, una piccola Baita su una radura verde al limite del bosco.
Direttore: Fabio Campostrini (340-3277929)
Scarica il programma

Città di Ferrara (T) | Emilia-Romagna
5 novembre

Ferrara è una splendida città d’arte da assaporare passeggiando per le sue strade, scoprendo in ogni angolo il suo carattere di magnifica capitale del Rinascimento e cogliendo da questo glorioso passato le ragioni del suo presente. Gli Estensi la governarono per tre secoli e le diedero l’aspetto che ancora oggi conserva: un’urbanistica unica che armoniosamente fonde Medioevo e Rinascimento e ne fa la prima città moderna d’Europa. Proprio per questa sua caratteristica, è stata riconosciuta dall’Unesco.
Direttori: Chiara Beltrame (347-1105521) - Luca Leso (347-8185164)
Scarica il programma


Equipaggiamento richiesto per le escursioni

Nell’affrontare gite a carattere escursionistico, è sempre consigliabile essere ben equipaggiati, al fine di poter far fronte ai diversi inconvenienti che si possono verificare. Vestiario e calzature devono essere adatte al luogo ove si intende andare, tenendo conto della quota e delle previsioni metereologiche della giornata. Normalmente un paio di buone pedule che fascino anche la caviglia sono più che sufficenti. All’interno dello zaino, devono sempre trovare posto una giacca a vento, un paio di guanti, un berretto di lana, una borraccia, un paio di occhiali a lenti scure, la cartina topografica della zona che si intende conoscere, una mini torcia elettrica ed un piccolo pronto soccorso. Utili possono essere pure i bastoncini telescopici.
Sede Operativa
Viale del Lavoro, 17
37013 - Caprino Veronese
Aperta tutti i giovedì
dalle 21.00 alle 23.00
Contatti
Tel. 389-9027536
e-mail info@caicaprino.it

Powered by Lorenzo Costantini

Scansiona con la fotocamera
del tuo dispositivo mobile

Seguici su Facebook
Cookie Policy