Gruppo
Tutela Ambiente Montano
Contatti: tam@caicaprino.it
Art. 1 - Costituzione e finalità
1. Il Club alpino italiano (C.A.I.), fondato in Torino nell’anno 1863 per iniziativa di Quintino Sella, libera associazione nazionale, ha per iscopo l’alpinismo in ogni sua manifestazione, la conoscenza e lo studio delle montagne, specialmente di quelle italiane, e la difesa del loro ambiente naturale.

Seguendo gli indirizzi generali indicati nel primo articolo dello statuto e nei documenti programmatici (Bidecalogo), la Commissione Centrale TAM attraverso i suoi operatori agisce in tre ambiti strategici:

1 - L’educazione ambientale, ossia l’informazione tecnico-scientifica legata alla frequentazione della montagna e la promozione della conoscenza del mondo naturale e di quello antropico, degli organismi che vivono l’ambiente (uomo compreso) e il loro rapporto.

2 - La sensibilizzazione, ossia l’informazione dei soci per un’autodisciplina nelle attività CAI e per la creazione di un movimento di idee per la conservazione del territorio alpino.

3 - Il monitoraggio del territorio, ossia il controllo e la denuncia delle attività non congrue con la conservazione dell’ambiente e i conseguenti interventi in riferimento agli organi amministrativi e legislativi.
Componenti

NATURA SUL MONTE BALDO - Riserva Naturale Integrale Lastoni - Selva Pezzi

Posta sulle pendici del Monte Baldo e digradante verso il lago di Garda, è uno degli ambiti di maggior interesse botanico e faunistico di tutto il Baldo. Il paesaggio è un mosaico di boschi di faggio e di abete bianco, estese mughete, ambienti a vegetazione erbacea sopra il limite del bosco, rupi e ghiaioni, arricchiti da specie floristiche rare e protette. Specie faunistiche rare ed endemiche. Nidificanti: astore, aquila reale, francolino di monte, fagiano di monte, coturnice, civetta capogrosso, picchio nero, rondone alpino, picchio muraiolo, fringuello alpino.

NATURA SUL MONTE BALDO - Riserva Naturale Integrale Gardesana Orientale

Area che si affaccia sul Lago di Garda orientale con formazioni tipicamente mediterranee caratterizzate dalla presenza del leccio. Lo accompagnano alloro, albero di Giuda, terebinto, pungitopo. Flora ricca di specie endemiche, di entità segnalate come rare o rarissime nella flora italiana e di piante comprese nell'elenco delle specie protette nella Regione Veneto ai sensi del D.P.G.R. N. 1475 del 1982. Fauna caratterizzata da una comunità di uccelli tipica dei boschi termofili: canapino, occhiocotto, sterpazzola, averla piccola, zigolo nero.
Sede Operativa
Viale del Lavoro, 17
37013 - Caprino Veronese
Aperta tutti i giovedì
dalle 21.00 alle 23.00
Contatti
Tel. 389-9027536
e-mail info@caicaprino.it

Powered by Lorenzo Costantini

Scansiona con la fotocamera
del tuo dispositivo mobile

Seguici su Facebook
Cookie Policy